Nota stampa

Da non poco tempo RossoMori va dicendo che il coordinamento delle decisioni sulle prossime elezioni amministrative ha la sede naturale nella coalizione di centrosinistra che governa la Regione.

E da sempre ha ritenuto che il perimetro della alleanza non può essere che quello ,salvo decisioni diverse di allargamento in quella sede collegiale espresse e decise.

Nella prossima riunione della coalizione di venerdì RossoMori, concordando con le dichiarazioni rese da Luciano Uras e Roberto Cappelli, e con il Partito Socialista, porrà la questione dell’allargamento eventuale della medesima a forze che, per comportamenti politici e istituzionali, hanno preso le distanze dai partiti attualmente alla opposizione in Consiglio Regionale, ove ci siano le condizioni politiche e programmatiche e la volontà di concorrere con impegno permanente e affidabilità certa a stringere patti e strategie con la alleanza di centrosinistra.

Resta evidente che le condizioni politiche vanno accompagnate da tutti con scelte di candidatura che rispondano a criteri eticopolitici capaci, anche, di ovviare a fenomeni trasformistici che la nostra base e il nostro elettorato difficilmente potrebbe capire. Ove tali regole non fossero rispettate ne consegue la autoesclusione e la esclusione dei soggetti politici interessati.

23/02/2016

Segreteria RossoMori